Visura amministratori: cos’è, a cosa serve e come si ottiene

Condividi se l'articolo ti è piaciuto!

 131 visualizzazioni totali,  2 visualizzazioni odierne

Quando si ha bisogno di raccogliere informazioni dettagliate circa un’impresa o un’azienda, spesso è necessario effettuare una visura camerale. Si tratta di un documento informativo, il cui contenuto viene ‘estratto’ dagli archivi del Registro delle Imprese; quest’ultimo conserva tutte le informazioni inerenti ad una determinata attività in quanto in Italia vige l’obbligo di iscrizione al Registro delle Imprese della provincia in cui ha sede l’azienda, come si legge sul portale di riferimento delle Camere di Commercio. La visura camerale, quindi, non è altro che il documento che contiene tutte le informazioni fondamentali inerenti ad un’impresa. Tra queste vi è, naturalmente, anche il prospetto completo dell’organico aziendale: quando si richiede soltanto questo tipo di informazione specifica, si parla di visura amministratori. Vediamo di seguito di cosa si tratta nello specifico e come fare per ottenere un documento di questo tipo.

Cos’è una visura amministratori

Prima di vedere in cosa consista una visura amministratori, è necessario tenere presente che esistono tipologie differenti di visura camerale:

  • ordinaria: riporta tutte le informazioni giuridiche, fiscali, economiche ed anagrafiche di un’impresa; questo tipo di visura è disponibile, in caso di necessità, anche in lingua inglese;
  • storica: riporta le medesime informazioni di una visura ordinaria ma a partire dalla nascita dell’impresa;
  • artigiana;
  • visura storia delle modifiche;
  • visura contratto di rete.

La visura amministratori è il documento che ‘estrapola’ un’informazione specifica da una visura camerale; in altre parole, è il prospetto che riporta i dati anagrafici e identificativi dei soggetti che ricoprono una carica specifica all’interno dell’organigramma aziendale o della compagine societaria. Di norma, all’interno di una visura di questo tipo, gli amministratori sono raggruppati in:

  • amministratori (presidente del consiglio di amministrazione, vice presidente del consiglio di amministrazione, consiglieri);
  • sindaci e membri degli organi di controllo (presidente del collegio sindacale, sindaci e sindaci supplenti);
  • titolari di altre cariche o qualifiche.

Come ottenere una visura camerale

Richiedere ed ottenere una visura camerale è molto semplice; la procedura è stata ormai completamente digitalizzata, pertanto è sufficiente avere un PC per inoltrare la richiesta ed ottenere il documento in formato PDF. La visura può essere richiesta direttamente al portale ufficiale del Registro delle Imprese o, in alternativa, ad un sito specializzato nell’erogazione di servizi di questo tipo, come ad esempio Ivisura.it. Per poter avviare la procedura di richiesta di visura, è sufficiente conoscere la partita IVA, il codice fiscale o la ragione sociale dell’azienda e il comune e la provincia in cui essa ha sede. Il documento viene inviato in formato PDF all’indirizzo di posta elettronica indicato dall’utente al momento della richiesta. Il vantaggio di questo tipo di procedura è che si può effettuare comodamente da casa ed è molto veloce (in genere bastano un paio d’ore per l’invio della visura).

A cosa serve una visura amministratori

La visura degli amministratori di un’impresa è una procedura molto importante, che può risultare particolarmente utile quando si prospetta la possibilità di instaurare una collaborazione di natura economica, finanziaria o commerciale con un altro soggetto economico. Grazie a questo tipo di documento, infatti, è possibile risalire in maniera chiara e precisa ai titolari delle cariche aziendali o societarie; in altre parole, si individuano i soggetti con potere di firma o che hanno prerogative di rappresentanza rispetto all’azienda stessa. In tal modo, un possibile interlocutore saprà con certezza con quali persone potersi interfacciare. Com’è facile intuire, verifiche di questo genere possono risultare necessarie nell’ambito di procedure di due diligence, approntate nell’ambito di particolari procedure come ad esempio fusioni, acquisizioni e trattative per la compartecipazione aziendale. Tramite una visura amministratori, il potenziale acquirente può conoscere con certezza quali sono le figure di riferimento all’interno della società o dell’azienda con la quale interloquire.

Lascia un commento