Trompe l' oeil tecnica

Trompe-l’oeil: cos’è e come realizzarlo

Il trompe-l’oeil è un’antichissima tecnica pittorica, risalente già all’antica Grecia, in grado di generare nell’osservatore l’illusione di guardare oggetti o panorami reali e tridimensionali che sono invece solo dipinti su una parete. Si tratta insomma di creare un effetto ottico su una parete bidimensionale tale che questa sparisca nella percezione di chi guarda.

Questa tecnica è diventata dal periodo barocco un vero e proprio genere pittorico, utilizzato tanto come esercizio stilistico e attestazione di particolare abilità da parte del pittore, sia a scopo pratico. Grazie alle potenzialità trompe-l’oeil, infatti, è possibile dare l’illusione di ambienti più ampi e luminosi. Come? Semplicemente applicandolo alla raffigurazione di porte e finestre, così da dilatare otticamente lo spazio.

Questa breve premessa introduce il nostro argomento, ossia realizzare un trompe-l’oeil a casa e averne i benefici sopra descritti, anche perché possiamo ricrearlo non solo su una parte, ma anche, ad esempio, su un armadio e personalizzarlo. Certo, è un espediente dalla forte carica scenica che deve essere contestualizzato e bilanciato da un arredamento minimal.

Realizzare il trompe-l’oeil in casa

Premessa: la manualità e una certa abilità nel disegno e nella pittura sono necessarie se si vuole ricorrere al fai-da-te, ma in mancanza di queste competenze è bene affidarsi a un decoratore professionista. Questa tecnica infatti si basa essenzialmente su chiaroscuro e prospettiva, nozioni non così semplici da tradurre in pratica.

Per chi volesse cimentarsi, il primo passo da compiere è quello di realizzare uno schizzo in scala su un foglio, così da non avere brutte sorprese quando si dipingerà sulla superficie interessata. A questo proposito segnaliamo che in rete si trovano molti video tutorial che possono costituire un valido aiuto in questa fase preliminare.

A questo punto tocca la scelta della pittura acrilica più adatta alla superficie da dipingere. Chi ha frequentato scuole artistiche o è semplicemente appassionato di fai-da-te sa bene che è essenziale fare attenzione al materiale sul quale si andrà a realizzare il trompe-l’oeil. Il rischio non è solo la brutta resa del lavoro, ma addirittura si possono danneggiare pareti e mobili.

Suggeriamo dunque di rivolgersi a negozi specializzati nel bricolage per ottenere supporto nella scelta delle migliori vernici per il trompe-l’oeil, oltre che dei necessari pennelli.

Trompe loeil in casa

In commercio esistono inoltre trompe-l’oeil adesivi: se non hai la mano d’artista e non vuoi spendere troppo per un decoratore professionista (si arriva a centinaia di euro al mq!), questi adesivi costituiscono una valida alternativa. L’effetto è ottimo, certo non come quello di un lavoro eseguito a mano, ma se si è indecisi può essere una soluzione per provare questa tecnica senza dar fondo ai propri risparmi.

Tecnica trompe-l’oeil: consigli per la realizzazione

In fase preliminare è utile aver chiaro il posizionamento del trompe-l’oeil. Le caratteristiche di questa tecnica lo rendono perfetto per illuminare una stanza buia o creare l’illusione di ampiezza in piccoli ambienti. Anche le porte possono beneficiare di questi vantaggi: prova a trasformare una semplice porta di legno in una libreria o in un arco che dà su un (finto) giardino!

Trompe l'oeil

Ricorda inoltre che la parete o superficie va preparata stendendo un generoso strato di colla vinilica diluita in acqua (proporzione 1:1) e lasciandolo asciugare per almeno un paio d’ore. A questo punto puoi stendere una mano di vernice bianca, nel caso di pareti, o saltare questo passaggio se si tratta di mobilio; in questo caso però valuta che la base eventualmente colorata, ad esempio di un armadio, farà sì che la vernice per il trompe l’oeil abbia una resa diversa da come risulta in palette.

Per quanto riguarda la realizzazione del soggetto che intendi raffigurare, si suggerisce di partire con i pezzi più lontani, in modo da avere da subito la consapevolezza della profondità. Via via aggiungerai progressivamente gli oggetti più vicini.

A lavoro ultimato, ricorda di proteggerlo con uno strato di poliuretano trasparente. Consigliamo comunque questo step solo dopo aver guardato il trompe-l’oeil per più giorni e da punti di osservazione differenti, in modo da essere sicuri che sia la “versione definitiva”, quando cioè ti senti davvero soddisfatto.

Lascia un commento