emorroidi i consigli

Emorroidi: i consigli per stare meglio

La malattia emorroidaria, comunemente detta “emorroidi”, è tra le patologie più diffuse e fastidiose. Di per sé le emorroidi sono strutture vascolari presenti nel canale anale di ciascuno di noi; per varie cause possono però gonfiarsi e infiammarsi, originando appunto la malattia emorroidaria.

Le emorroidi possono essere interne o esterne, e solo nel secondo caso il soggetto che ne soffre manifesta spiccata sensibilità dolorifica. Il consiglio è quello di recarsi prontamente dal proprio medico per avere una terapia farmacologica in grado di far rientrare il problema prima di dover ricorrere all’intervento chirurgico, previsto per emorroidi di secondo e terzo grado.

Tuttavia alcuni accorgimenti semplici e quotidiani possono aiutare a contenere il dolore delle emorroidi: i consigli per stare meglio di cui parleremo non sostituiscono il parere di un medico, ma sono un utile compendio per chi sta affrontando questo disturbo.

Adotta una dieta sana

Se trattamenti e intervento sono insostituibili nella cura, come per tutto ciò che ha a che fare con la salute rimane importantissima la prevenzione. Nel caso delle emorroidi la prevenzione e il mantenimento dello stato di benessere post cura/operazione parte dall’alimentazione.

È infatti necessario mantenere la regolarità intestinale, dal momento che la stitichezza prolungata è tra le cause di infiammazione delle emorroidi. Da evitare alcolici, bibite gassate, cioccolata, peperoncino, eccesso di sale, frittura, pomodori, peperoni e formaggi stagionati.

Bene invece frutta e verdura, grazie alla presenza di fibre, soprattutto banane, fagioli, frutti di bosco e fragole, carote, cipolle, finocchi, patate, piselli, melone. Sì anche a formaggi e latte fresco, carne bianca e pesce.

Predisponi frequenti bagni d’acqua tiepida

Sfatiamo una credenza: l’acqua fredda non va affatto bene per lenire il dolore delle emorroidi. Lì per lì può avere un effetto di sollievo, tanto che in molti consigliano addirittura il ghiaccio, e di certo funziona; sul lungo periodo però l’acqua fredda aumenta la pressione dei vasi sanguigni, con la conseguenza di aumentare il dolore e peggiorare la patologia.

Preferisci bagni d’acqua tiepida della durata di circa 10 minuti. Puoi aggiungere all’acqua alcune sostanze naturali lenitive come l’aloe, la calendula, la camomilla o l’amido, in quantità comunque moderate.

Bevi!

Sarai forse stanco di sentire questo imperativo, per la verità utile a prescindere dalle emorroidi, ma se soffri di questa antipatica infiammazione dovrai addirittura aumentare il consumo d’acqua. Mantenersi idratati è essenziale per ammorbidire le feci, che saranno espulse più facilmente e dunque con meno sforzo del canale anale.

Acqua, limone e miele prima della colazione

Corollario del consiglio di prima è quello di ingerire un bicchiere di acqua con limone e miele prima di fare colazione. Acqua e limone aiutano a regolarizzare l’intestino, quindi utili a defecare senza sforzo e di conseguenza dolore, mentre il miele funge da gastro-protettore contro l’acidità del limone.

Non leggere il quotidiano seduto sul wc

Può sembrare una provocazione ma non lo è. Moltissime persone passano sul wb, specialmente al mattino, più tempo del necessario. Ci si rilassa, certo, si apre facebook o si leggono le news, ma quest’abitudine è deleteria per le emorroidi perché, sebbene forse non sia immediato rendersene conto, il corpo aumenta la pressione nella zona anale.

Cerca di rimanere seduto per non più di 10 minuti, aiutandoti anche impostando un timer sul telefono.

Usa un cuscino per sederti senza dolore

In commercio esistono in realtà ciambelle apposite per fare in modo che la seduta non sia dolorosa, ma in tanti potrebbero provare disagio tanto nell’acquisto quanto nell’utilizzo. In effetti ciò riporta al fatto che solo una piccola percentuale di chi soffre di emorroidi dichiara di andare dal medico: un tabù, purtroppo, che rischia di far peggiorare la situazione. Peraltro l’uso prolungato delle ciambelle altera il normale flusso sanguigno della zona anale, e quindi può incrementare i sintomi delle emorroidi.

Nel caso della seduta suggeriamo quindi anche un cuscino, che sia morbido e privo di trapuntature.

Fonti

Lascia un commento