Salute nei luoghi di lavoro: pulizia a vapore e sanificazione uffici

Condividi se l'articolo ti è piaciuto!

 211 visualizzazioni totali,  7 visualizzazioni odierne

Perché pulizia e sanificazione sono importanti per la salute negli uffici

Negli uffici, come in tutti i luoghi in cui soggiornano diverse persone per lunghi periodi, è essenziale che le superfici e gli oggetti in contatto con le mani vengano opportunamente sanificati per limitare le possibilità di diffusione di microorganismi patogeni e di infezioni tra una persona e l’altra.

Oggi approfondiremo questo aspetto in tutte le sue parti. Buona lettura.

Pulizia e sanificazione uffici con vapore e disinfettante

sanificazioneLa pulizia è la prima operazione che deve essere effettuata per poter rimuovere dalle superfici lo sporco visibile che potrebbe fungere da barriera o nutrimento per i microorganismi. Una volta pulite è quindi opportuno che le superfici siano trattate con idonee procedure di sanificazione con la micro-nebulizzazione di disinfettante Presidio Medico Chirurgico per l’abbattimento della flora microbica.

Noi di CleanerPRO, impresa di pulizie a Palermo, siamo specializzati in pulizie uffici e usiamo d’apprima il vapore saturo secco per la sanificazione, con le dovute precauzioni ed i giusti D.P.I.. Il vapore, generato da una caldaia ad alta pressione in grado di emettere 180°C di calore, possiede proprietà battericide, virucide e fungicide, anche nei confronti dei ceppi più resistenti, ed è quindi ideale per la pulizia e la sanificazione di ambienti e superfici. Grazie al calore, il vapore stacca e scioglie lo sporco, liberando e trattenendo al suo passaggio tutte le particelle che lo compongono. Il vapore igienizza con la sua sola forza, senza dover usare detergenti chimici ed elimina il film creatosi a seguito dell’uso di prodotti chimici. Successivamente andiamo a micro-nebulizzare il disinfettante facendo attenzione alle zone di contatto.

Fase pulizia e fase sanificazione

La modalità più efficace per lo svolgimento della la pulizia prevede l’aspirazione dello sporco superficiale come primo step. Segue l’erogazione di vapore per sciogliere e rimuovere lo sporco resistente. E poi la disinfezione.

Come viene fatta la pulizia e sanificazione delle superfici

Per la sanificazione delle superfici, la modalità d’uso prevede erogazione di vapore miscelato ad un prodotto sanificante.

Pulizia a vapore e sanificazione bagno

Alcune superfici che maggiormente necessitano di essere trattate per evitare il rischio di trasmissione di batteri, funghi e virus sono: maniglie, corrimano, schermi touch, pulsanti, sanitari. La presenza di acqua e di materiale organico favorisce la proliferazione dei microorganismi che possono colonizzare sanitari, lavabi, piani di appoggio, accessori, maniglie ed entrare in contatto con tutti i successivi utilizzatori.

Pulizia a vapore e la sanificazione delle zone ristoro

Anche le zone ristoro sono caratterizzate da un elevato numero di microorganismi in seguito al grande passaggio di persone e alla presenza di cibi e di residui alimentari. In queste aree è importante non tralasciare la sanificazione di piani di appoggio, tavoli, sedie, maniglie, interruttori, pulsantiere, condizionatori, elettrodomestici e apparecchiature per la preparazione del cibo.

Pulizia a vapore e la sanificazione degli spazi comuni

Nei luoghi comuni e in cui si soggiorna per lungo tempo come gli uffici, gli ascensori, le sale riunioni, i corridoi, le superfici che sono maggiormente colonizzate sono tutte quelle a diretto contatto con le mani e con il passaggio di persone.

sanificazione

Pulizia e sanificazione degli apparecchi di condizionamento

Gli apparecchi di condizionamento sono continuamente sottoposti a un grande flusso di aria che passa ininterrottamente attraverso le varie componenti e che viene immesso nei locali.

Qualora una delle componenti interne od esterne del condizionatore fosse contaminata dalla presenza di microorganismi, il flusso di aria si trasformerebbe in un vettore in grado di trasportare le cariche  microbiche nell’ambiente esterno, dove potrebbero essere inalate o depositarsi sulle superfici e scatenare un’infezione.

Per evitare il rischio di immettere microorganismi nell’ambiente, tutte le componenti che costituiscono un condizionatore devono essere sanificati. L’efficacia nella prevenzione delle infezioni è direttamente proporzionale alla frequenza con cui vengono svolte le procedure di sanificazione dei condizionatori e tale frequenza, in ogni caso, non dovrebbe essere inferiore a un trattamento a bimestre per ogni condizionatore. Solo in questo modo è possibile mantenere la carica microbica sotto livelli di sicurezza ed impedire la proliferazione incontrollata delle colonie.

Per un trattamento efficace dei condizionatori d’aria l’ideale sarebbe potere accedere alle componenti interne dell’apparecchiatura rimuovendo i pannelli laterali, quando presenti, che racchiudono i condizionatori e la griglia superiore che ne protegge l’interno.

Conclusioni

Sanificazione e disinfezione sono quindi due processi fondamentali per rendere salubre il luogo di lavoro tutelando la salute del personale e dei fruitori. Affida questo lavoro a ditte specializzate.

Lascia un commento